scopri ISMO 2 offerta e metodologie 2 impresa culturale 2 percorsi professionali 2

Attraversare i silenzi

    

02 dicembre 2017 ore 10.00  - LavorInCorso - Dialoghi al confine

Cosa è il silenzio? Di quanti silenzi facciamo esperienza?
La vita è sostenuta dalla consistenza del silenzio. È un vuoto pieno. Pieno perché ha un grande valore e significato in ogni frammento della nostra vita. Il silenzio dell’inizio e della fine. Silenzi in cui rifugiarsi, da cui fuggire; silenzi generativi e oppressivi; silenzi di stupore e di paura; del raccoglimento e dell’isolamento, della contemplazione e dell’arte… Un vuoto perché non si impone, non cela, non asseconda. Assuefatti al rumore, alle connessioni, al “pieno”, il silenzio appare sconosciuto e misterioso.
L’incontro vuole attraversare le diverse forme e i significati del silenzio a partire da due diversi sguardi proposti dalle autrici che dialogheranno fra loro e con i presenti: L’ARTE E I LUOGHI DI LAVORO.
La carta da cui muove Clara Rota ci apre ai silenzi del corpo, degli oggetti, dei gesti, dei sensi, dell’immaginazione, della passione. Il silenzio che comprende, che non si accontenta della superfice ma che entra, penetra. Il silenzio che rigenera come una cura, che genera, che trasforma: un silenzio vitale.
Maria Giovanna Garuti, analizzando parole e non detti nelle organizzazioni, ci invita a riflettere sulla qualità delle relazioni nei luoghi di lavoro e non, sulla fragilità delle parole e delle identità, sui silenzi che svelano limiti, forse anche qualche finzione.
In questa occasione verranno presentati i due nuovi libri delle autrici: “Carta Bianca. Il silenzio di una Passione” e “Parole, silenzi e non-detti nelle Organizzazione” editi entrambi da Mimesis.

CLARA ROTA La materia diventa poesia e le dita sfiorano le parole. Così si vuole raccontare. È nata a Milano e vive da qualche anno nella rossa Livorno per il suo orizzonte. Ama da sempre la carta, il suo profumo, la sua leggerezza e la sua antica esistenza. La carta è la ragione del suo destino artigiano, un viaggio di ricerca nelle arti applicate. Un percorso di conoscenza di quel caratteristico, fragile, silenzioso, paziente, ripetitivo, piccolo gesto in con-tatto con la materia, che produce uno straordinario piacere sensoriale.

MARIA GIOVANNA GARUTI Psicologa del lavoro, ha partecipato alla nascita di ISMO. Sviluppa attività di consulenza e formazione per mondi organizzativi pubblici e privati. Ha approfondito attraverso uno studio ed una pratica costante in Italia e all'estero, le metodologie di intervento psicosociale e di lavoro con i gruppi. Nel 2011 ha ottenuto il premio AIF per il contributo alla formazione.

 

La partecipazione è gratuita, previa conferma alla nostra segreteria organizzativa (02.72.000.497 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

< >